ANNO 22 / n. 3


Ottobre - Dicembre 2016







Il sito e' ottimizzato per Chrome e Firefox
Home Page CIPES Piemonte Le Associazioni Le interviste Le Aziende Sanitarie CIPES Cuneo
Promozione Salute - menu di sinistra
Archivio
Chi scrive
Finanziamoci - 5 x mille
Libri e riviste
Link
Scrivi alla Redazione
Scarica PS 1 2017 in pdf

OROSCOPO CIPES 2017


Claudio Mellana



Aiutaci a curarti - La Sicurezza della terapia

Emergenza falsi guaritori

L'importanza psicologica del gruppo di mutuo auto aiuto: la storia di Michele

Qualche riflessione sui 30 anni dalla Carta di Ottawa

Dissesti idrogeologici: parliamone con la PROTEZIONE CIVILE

Gabriella Martinengo

Anpas operativa tra terremoto e alluvione
Centro LocaleCuneo
MI ARRABBIO DOMANI
Antologia dei miei ricordi

Franca Olmi
CIPES PIEMONTE

Il sottotitolo del libro "Antologia dei miei ricordi - Dal comprensorio VCO al Parco Nazionale della Val Grande" ben illustra il carattere del libro. L'autrice ha vissuto una lunga carriera amministrativa ed è stata fra i protagonisti del Comitato Promotore della CIPES del VCO, di cui è stata anche coordinatore. Franca Olmi ripercorre, nella prima parte del libro, la sua carriera amministrativa dapprima come consigliere comunale (carica che ha ricoperto per trentadue anni) e assessore, poi nel Comprensorio VCO che propugnò l'istituzione della Provincia e del Parco Nazionale della Val Grande. L'ultimo impegno descritto è quello nella promozione della salute, sia nella CIPES, come già ricordato, sia come presidente dell'Associazione Amici del Cuore VCO che si occupa della prevenzione delle malattie cardiovascolari. Nella seconda parte "I miei ricordi" sono raccolti testi, relazioni, poesie, articoli di giornale relativi alla vita amministrativa, ma anche al suo lavoro di insegnante e preside di scuola media e alla "sfera degli affetti e delle emozioni". Le numerose foto, che concludono la pubblicazione, danno una viva immagine della lunga vita e della molteplicità di impegni di Franca Olmi Frigerio.
SANITA' SENZ'ANIMA
Gerardantonio Coppola
ANANKE

Ci sono libri che, mentre li leggi, vorresti averli scritti e il libro che Gerardo Coppola ha appena dato alle stampe è, per me, uno di questi. In primo luogo perché è scritto bene, con chiarezza e con grande attenzione alla possibilità di comprensione di chi legge, nonostante la materia di cui tratta sia spesso complessa e specialistica. Inoltre è un libro utile, che non solo consente di conoscere ed avere coscienza dei difetti del nostro sistema sanitario ma di capirne le caratteristiche e le finalità, quasi fosse un testo scolastico per gli studenti di Medicina o di Economia e Management sanitari. Infine perché è “avvincente”, specie per chi può ritrovare negli esempi e nelle narrazioni del libro una realtà conosciuta e vissuta e perché tratta di argomenti come la comunicazione ed il potere, come il “capitale umano “ e quello finanziario, ciascuno dei quali potrebbe essere il filo conduttore di un romanzo, “noir” o di fantascienza, di grande attualità!
Proprio il rapporto tra l’uomo e il capitale, fra il sociale e il finanziario, costituisce a mio avviso non solo un tema centrale del libro ma addirittura lo scopo per cui questo è stato scritto: far comprendere come la “prevalenza della prospettiva economico finanziaria” e la “disumanizzazione delle relazioni” (due tra i sette “vizi capitali” che Coppola ha individuato)
Stupore della nascita Gianpaolo Donzelli
PASSIGLI POESIA

Per i tipi della Passigli di Firenze è uscito nel novembre scorso il volume Stupore della nascita, raccolta di poesie che, dopo il successo ottenuto, si avvia alla seconda edizione. L’autore è Gianpaolo Donzelli, neonatologo che da anni lavora al progetto etico di “poesia della cura” col quale si getta un ponte fra la conoscenza del medico sull’esperienza della nascita e la sensibilità del poeta che va oltre l’apparenza e arriva al cuore delle cose. Il critico letterario Maurizio Cucchi nella prefazione al volume scrive: “Quello che immediatamente colpisce e sorprende in questi versi è l’essenzialità estrema dei temi e il rigore asciutto con cui vengono trattati. "Si tratta di temi difficili, spesso dolorosi. Basta scorrere alcuni titoli: rianimazione neonatale, incubatrice, fleboclisi, puntura lombare, donazione d’organi, morte in culla, cremazione". Scrive sempre Cucchi: "La sua è una ricerca espressiva che punta direttamente alla sostanza delle cose e dell’esistere, e dunque a una verità imprescindibile, una verità d’amore e nascita, di dolore e di morte, vista (ma non solo) nella fisica concretezza del suo manifestarsi, nel corpo vivo dalla sua presenza”.
Elogio dell'insegnamento
Maura Canalis e Enzo Novara
MONDADORI

È il titolo di un piccolo, prezioso libro (edito da Mondadori) in cui Maura Canalis e Enzo Novara, che attualmente insegnano in un liceo classico, condensano un’articolata riflessione sui rapporti tra giovani e adulti e sull’essenza dell’insegnamento. Scritto in un chiaro ed efficace italiano e non nell’illeggibile neolingua che spesso intristisce la saggistica e la divulgazione in tema di scuola, fondato su una solida cultura filosofica e psicologica, il saggio affronta temi decisivi come la crisi dei valori, la negazione dell’autorità, la funzione delle regole, il significato dell’essere adulti; e poi “il vero, il bene, il bello: i tre principi su cui si regge tutta la pedagogia degli ultimi 2500 anni”; la strada del rigore come garanzia di una scuola non classista; la forza e i rischi insiti nel potere della parola. L’ultima parte, infine, è dedicata a un profilo del bravo insegnante. La lettura di questo libro ci fa approfondire la consapevolezza di quanto possa essere difficile, bello e importante insegnare e farlo con la stessa tensione morale che costantemente emerge nelle riflessioni e nelle esperienze dei due autori.
ALCOL E GIOVANI
Riflettere prima dell'uso

Franca Beccaria
GIUNTI EDITORE

Questa nuova collana destinata a genitori e insegnanti, è costituita da brevi monografie dedicate ai diversi tipi di problemi che possono affliggere i ragazzi. I vari titoli, scritti da specialisti, affronteranno volta per volta i temi degli abusi di sostanze (alcol, droghe, cibo, tabacco), delle dipendenze (gioco e scommesse, computer) e le problematiche legate al sesso, alla mercificazione del corpo, alla legalità, al disagio sociale, ai comportamenti a rischio, costituendo una guida e una fonte di riflessione per chi, quotidianamente, si confronta con il mondo degli adolescenti.
Sia fatta la mia volontà - "Ripensare la morte per cambiare la vita" Marina Sozzi
CHIARELETTERE
Invecchiare è disdicevole, morire inaccettabile. La morte è diventata un pensiero da respingere, la medicina ha il dovere di annientarla. Come un nemico, quello più tremendo. Il senso di sconfitta verso la fine diventa allora insopportabile. Il libro di Marina Sozzi in uscita per Chiarelettere aiuta a toglierci questo peso, a rendere più leggera la vita, ripensando e accettando la morte come un evento naturale, che ci appartiene. Abbiamo “diritto” a morire bene e come vogliamo, ad alleviare il dolore fisico nostro e degli altri, contrastando la paura del distacco, accettando di essere fragili senza soffrirne. Anzi, con la consapevolezza che la ricetta principale della felicità risiede proprio nell’accettazione della fine, che rende unico ogni singolo attimo.
VOLONTA' CREATIVA
Come l'uomo crea

Silvana e Silvano Brunelli
ORIZZONTI Edizioni '97

La creatività umana può essere osservata ed affrontata da diversi punti di vista e con differenti medodi. L'approccio usato nel testo non si basa sulla procedura scientifica e nemmeno sulla fede religiosa. Si tratta di un medoto particolare fondato sulla conoscenza e sull'esperienza, ovvero sulla realtà. Il testo non è un insieme di idee, ipotesi e supposizioni ma una descrizione della realtà, cioè di cose e come funziona il processo creativo.
Il libro è nato dalla rielaborazione del corso di crescita personale "Volontà Creativa" e dalla sintesi ed elaborazione che si fonda su studi svolti in precedenza da altre scuole di crescita. Nel testo sono inseriti gli esercizi, alcune condivisioni, domande e risposte avvenute nel corso. Per facilitare l'uso del testo è stato inserito un glossario con la spiegazione dei termini tecnici e delle parole comuni che nel testo assumono un significato scientifico specifico.
l’Ergonomia applicata alla movimentazione del paziente
Antonella Palmisano
EDIZIONI LIBRERIA CORTINA - TORINO
Il volume, intende uniformare dal punto di vista metodologico e dei contenuti, gli insegnamenti relativi alle tecniche di mobilizzazione del paziente alle linee guida internazionali ed alla normativa nazionale con particolare riferimento alla prevenzione dei rischi lavorativi ed alla sicurezza sul luogo di lavoro.
Antonella Palmisano, laureata in pedagogia, è fisioterapista con funzioni di coordinamento. Ha conseguito un master in Ergonomia ed uno in Coordinamento e Organizzazione per Le Professioni Sanitarie della Riabilitazione, è formatrice di base per il Corso di Laurea in Fisioterapia e per la formazione professionale del personale sanitario e assistenziale. Componente del gruppo regionale piemontese per la prevenzione dei rischi professionali relativi alla movimentazione dei pazienti, attualmente è Presidente per la Regione Piemonte, della Società Italiana di Ergonomia.























Home Page CIPES Piemonte Le Associazioni Le interviste Le Aziende Sanitarie CIPES Cuneo

Promozione Salute - Il Web Magazine del CIPES - Corso Savona 30 - 10152 Torino
notiziario@promozionesalute.org - Tel.:+39-3271340872
Registrazione del Tribunale di Torino N. 4686 del 3/9/1994
Pagine a cura della Redazione - Ultimo aggiornamento: 01 Dicembre 2016